Social adv: perché investire in pubblicità sui social e come farlo nel 2022

TEMPO DI LETTURA: 6 minuti

INDICE

Per moltissime aziende, investire nel social adv è ormai un’attività indispensabile. Rispetto alle normali pubblicità, infatti, gli annunci sulle piattaforme social permettono di portare avanti campagne pubblicitarie personalizzate su specifiche tipologie di utenti. E tutto ciò a fronte di costi spesso molto contenuti rispetto alla pubblicità tradizionale.

Praticamente tutte le piattaforme (Facebook, Instagram, Tik-tok, LinkedIn, ecc.) consentono di creare annunci a pagamento per pubblicizzare servizi e prodotti.

L’aspetto che attrae maggiormente le aziende è proprio il fatto che i social network costituiscono uno spazio in cui gli utenti condividono quotidianamente aspetti importanti della loro vita (attività, gusti, opinioni e interessi di ogni genere).

Tutti questi elementi divengono disponibili sotto forma di informazioni da riutilizzare per individuare la tipologia di cliente ideale a cui indirizzare i propri annunci pubblicitari.

In altre parole, social network come Facebook e Instagram rappresentano un terreno ricco di informazioni utilizzabili per profilare gli utenti a fini pubblicitari.

In questo articolo ci soffermeremo sulle attività di social advertising. Vedremo come funzionano, quali costi hanno e perché sono così importanti per le aziende. Cominciamo!

Perché i social sono importanti per le aziende

Le attività social hanno un ruolo decisivo in ogni digital strategy. Esse rientrano più o meno in tutte le fasi di realizzazione di un funnel marketing. Un funnel è l’intero percorso tramite cui i brand portano i clienti dalla fase di conoscenza del marchio a quella di acquisto dei loro prodotti. Questo processo è scandito in più tappe. Si va da awareness e interest fino expansion e advocacy.

Per quanto riguarda il social advertising, esso è importante, ad esempio, in fase di expansion. Si tratta del momento in cui le aziende cercano di indurre i clienti che hanno già acquistato un loro prodotto a compiere ulteriori acquisti. In questa fase è molto utile ricorrere agli annunci sponsorizzati, soprattutto per implementare attività di up-selling o di cross-selling.

Dato che abbiamo parlato del funnel marketing, bisognerà a questo punto fare una precisazione. E cioè che per avere maggiore efficacia, l’utilizzo del social advertising deve essere inquadrato all’interno di una strategia social completa.

I social, infatti, funzionano diversamente rispetto ad altre tipologie di adv. Con Google ads, ad esempio, è possibile comprare uno spazio pubblicitario per rispondere alla domanda consapevole di persone che hanno bisogno di un servizio.

Su Facebook e Instagram, invece, gli utenti non entrano direttamente per cercare dei prodotti o dei servizi, ma lo fanno principalmente per svagarsi e interagire fra loro.

Per questo, prima di ricorrere all’adv, è importante inserirsi nello spazio offerto dai social in modo che gli utenti entrino in contatto con te, capiscano chi sei e perché il tuo prodotto è importante. Solo in seguito sarà utile spingere le vendite grazie all’advertising.

Da questo punto di vista, i social possono essere usati in modo strategico proprio per ottenere visibilità, per migliorare l’immagine e la reputazione del proprio brand.

Molte aziende usano i loro profili per postare contenuti utili a farsi conoscere, suscitare interesse e far parlare di sé, al di là del messaggio pubblicitario.

Una comunicazione social portata avanti in maniera piacevole e intelligente consente di creare una community affezionata, di aumentare la propensione all’acquisto, di generare nuovi lead e migliorare la propria brand awareness.

Solo se rientra nell’ambito di queste attività il social advertising sarà realmente efficace e porterà più visibilità al tuo brand.

Come funziona il social advertising

Un altro aspetto da tenere a mente che è ogni social è diverso quanto a tipologia di utenti e funzionalità che mette a disposizione. Pertanto, per non sprecare tempo e denaro inutilmente, dovrai scegliere la piattaforma che dispone delle caratteristiche più utili alle necessità del tuo business.

Una volta scelte le piattaforme social che fanno al caso tuo, quello che dovrai fare è individuare bene il target che desideri raggiungere attraverso l’advertising.

Questo aspetto è utile per profilare il pubblico a cui far arrivare tuoi annunci. In sostanza, si tratta di capire quali sono le caratteristiche del tuo cliente ideale (o quello più adatto a un determinato prodotto che vuoi pubblicizzare).

Facebook e Instagram permettono di raggiungere un target estremamente profilato. È possibile scegliere le tipologie di utenti in base a determinati parametri, alcuni dei quali sono:

  • Età
  • Sesso
  • Area geografica
  • Istruzione
  • Interessi
  • Attività compiute sul web


Una volta delineato il target, sarà utile impostare un calendario per la pubblicazione degli annunci. Ricorda infatti che, per funzionare davvero, ogni aspetto deve essere ben studiato e rientrare in una strategia coerente con gli obiettivi del tuo business.

Come abbiamo accennato all’inizio, il vantaggio del social advertising è che i costi sono più contenuti rispetto a quelli richiesti per le normali pubblicità.

In generale, i costi dipendono molto da alcuni fattori come il tipo di social utilizzato, gli obiettivi da raggiungere e la tipologia della tua azienda.

Alcuni obiettivi, come ad esempio l’interazione degli utenti con i contenuti (like, commenti) o la visualizzazione dei video, sono più economici di altri e comportano delle spese più basse.

L’investimento per migliorare le vendite di un E-commerce. attraverso Facebook e Instagram, invece, varia molto a seconda dei casi. Se l’eCommerce è avviato da tempo, si hanno già a disposizione dei clienti e delle statistiche sulle vendite da riutilizzare per gli annunci.

Se invece il tuo eCommerce è appena stato lanciato, in tal caso bisognerà realizzare un funnel, per cui l’investimento sarà più cospicuo e il carico di ore di lavoro sarà più elevato.

Se vuoi saperne di più sui costi del social advertising e in generale delle pubblicità online (ad esempio con Google Ads) leggi anche il nostro articolo: Costo pubblicità online: quanto costa investire per ottenere risultati.

Conclusioni

A questo punto ti sarà chiaro che il social advertising non consiste soltanto nella pratica di pagare per creare annunci sponsorizzati.

Prima di realizzare gli annunci, infatti, occorre mettere in pratica un’intensa attività social per far conoscere la propria azienda e suscitare l’interesse degli utenti.

Inoltre, il mondo delle vendite online è pieno di competitors per ogni settore. Per prevalere sulla concorrenza dovrai avere una digital strategy efficiente e competitiva. Nessuna delle attività di cui abbiamo parlato deve essere lasciata al caso. Ma ognuna necessita del giusto grado di applicazione e competenza.

Per queste ragioni, spesso è utile affidarsi a un’agenzia di web marketing in grado di fare pubblicità sui social in modo serio e competente.

Se desideri dotare la tua azienda di un servizio di social advertising professionale contattaci scrivendo a info@wearefunnel.com.

Articoli correlati