5 errori da NON commettere nella Landing Page

Scritta viola su sfondo arancione 5 errori da non commettere sulla Landing page + immagine di computer e telefono

INDICE

Quali sono i 5 errori più comuni da NON commettere assolutamente nella Landing Page per non comprometterne l’efficacia?

Prima di partire con il nostro elenco, se non ti è chiaro cosa sia esattamente una Landing Page e quali vantaggi possa apportare al tuo business, ti consigliamo di leggere il nostro articolo “Cos’è una landing page” o, se preferisci, puoi guardare la versione video.

Se invece sei pronto a realizzarne una, partiamo subito con i nostri suggerimenti per rendere la tua LP assolutamente perfetta!

Mai inserire il form di contatto all'inizio della Landing Page 

Uno degli obiettivi principali, quando si realizza una Landing Page, è acquisire contatti di clienti in target e ampliare il proprio database. Per raggiungere questo obiettivo, però, non è utile inserire il form di contatto all’inizio della pagina. L’utente che atterra sulla tua LP probabilmente non sa ancora chi sei. Prima di guadagnare la sua fiducia, tanto da indurlo ad affidarti i suoi dati di contatto, devi spiegargli cosa fai e come puoi soddisfare il suo bisogno o risolvere un suo problema.

Ciò non significa che non puoi inserire in varie zone della tua LP il bottone di Call To Action (CTA) che se cliccato, conduca al Form. Anzi, è consigliabile inserirne più di uno all’interno della Landing, in modo che il potenziale cliente, venga richiamato più volte all’azione.

Mai parlare di più di un servizio/prodotto

La Landing Page ha lo scopo di portare velocemente il target ad una “conversione” (cioè portarlo a compiere un’azione), per rispondere ad un’esigenza di business immediata. Intercettare un solo bisogno/problema, significa andare ad attirare solo un target altamente qualificato, evitando la dispersione di budget pubblicitario.

Parlare di più di un servizio o prodotto, renderebbe la tua LP meno efficace perché andrebbe a confondere il target e a rendere la CTA meno chiara.

Mai creare una Landing Page senza pensare ad un magnet

Il Lead Magnet, è “un’esca”, o meglio, un incentivo che offri gratuitamente ai tuoi potenziali clienti in cambio dei loro dati di contatto. Può trattarsi di un e-book, un webinar, un freebie o qualsiasi altro tipo di risorsa: l’importante è che il suo contenuto sia di grande valore e interesse per il target.

Mai inserire link in uscita

Devi far in modo che la LP conduca l’utente verso la conversione evitando qualsiasi tipo di distrazione. 

Questo significa che non devi assolutamente inserire nella pagina link che portino a pagine esterne (come al tuo sito o ai tuoi social).

Mai pensare soltanto allo sviluppo desktop

È quasi scontato come suggerimento, ma è sempre bene ricordarlo: le Landing Page, così come i siti web, devono essere sempre responsive non solo da desktop, ma anche da mobile.

Bisogna fare in modo che la LP sia facilmente fruibile e comprensibile anche da telefono.

Non è un mistero, infatti, che la navigazione online (anche quando riguarda azioni più “delicate” come un acquisto) sia sempre più frequente da telefono. Avere quindi delle LP che si visualizzano male o che creano problemi alla navigazione tramite smartphone, rischia di escludere una fetta importante di potenziali clienti dalla vostra campagna.

Questi sono gli errori principali in cui potresti incorrere quando realizzi una Landing Page e a cui devi prestare più attenzione.

Se vuoi creare una Landing Page per il tuo business ma non sai da dove iniziare il team di We Are Funnel può esserti di aiuto. Contattaci inviando un’email a info@wearefunnel.com per richiedere una consulenza gratuita.

Articoli correlati