Digital PR: cosa sono, come farle e perché servono al tuo business

Computer e post-it con la scritta PR per indicare le Digital PR

INDICE

Le Digital PR sono delle attività di digital marketing volte a promuovere prodotti, servizi o progetti di un brand attraverso le relazioni con giornalisti, blogger influencer

Si tratta di una strategia di marketing che sempre più aziende utilizzano: non solo le grosse compagnie ma anche quelle di piccole-medie dimensioni possono trarre notevoli benefici da questa attività.

Per questo motivo, nel corso dell’articolo, daremo un quadro completo di cosa sono le Digital PR, i loro vantaggi e le differenze rispetto alle Relazioni Pubbliche tradizionali.

Infine, ti forniremo alcune indicazioni su come avviare la tua strategia di Digital PR.

Cosa sono le digital PR

La sigla PR si riferisce a Public Relations, ossia Relazioni Pubbliche. Come abbiamo anticipato in apertura, fare Digital PR, significa cercare di aumentare la conoscenza di un brand attraverso relazioni digitali.

In altre parole, tramite le Digital PR si fa in modo che giornalisti, blogger e influencer pubblichino online contenuti riguardanti un brand, prodotto/servizio o progetto.

Una strategia di Digital PR generalmente prevede numerose attività.

La prima è certamente coltivare le relazioni con i giornalisti al fine di ottenere la pubblicazione di articoli (riguardanti il proprio brand o prodotto) su siti web autorevoli e coerenti con target e settore.

Oltre a ciò, possono essere implementate:

  • Attività di influencer marketing: coinvolgere uno o più influencer nella promozione del proprio brand.
  • Programmi di affiliazione: pagare una commissione a blogger e siti web che indirizzano traffico verso una pagina di nostro interesse.
  • Eventi offline: organizzare eventi a cui possono partecipare stampa e influencer, al fine di generare condivisione e risonanza online.

Digital PR verso Traditional PR

In passato, occuparsi delle Relazioni Pubbliche di un brand era compito specifico di uffici stampa esterni o interni all’azienda stessa.

Le attività principali di questi uffici stampa erano la stesura di comunicati e l’organizzazione di conferenze stampa per informare e coltivare le relazioni con i giornalisti, al fine di far parlare del brand su giornali, TV, radio.

Oggi queste attività non sono sparite, ma ad esse si sono affiancate anche le Digital PR, il cui scopo è sempre lo stesso: migliorare awareness e reputation di un marchio.

La differenza consiste solo nei mezzi su cui la comunicazione viene erogata. Da giornali, TV e radio ci si sposta su siti web, blog e social.

Vantaggi delle Digital PR

I vantaggi che le attività di Digital PR possono apportare ad un brand sono molteplici. Ecco i principali.

MIGLIORI BRAND AWARENESS E BRAND REPUTATION

Far in modo che siti web, blog e influencer rilevanti nel settore di riferimento parlino dell’azienda aiuta a rendere più popolare il brand tra i potenziali clienti. Se poi si aggiungono anche recensioni positive di prodotti o servizi, migliorerà anche la reputazione del brand che apparirà sempre più autorevole e degno di fiducia.

MIGLIORE AUTHORITY SCORE DEL SITO

Ricevere citazioni da parte di siti autorevoli influisce in maniera diretta sulla SEO del tuo website. I back link (così sono chiamati i link che rimandano al tuo sito), rappresentano una delle metriche principali che Google prende in considerazione quando deve decidere quali siti mostrare per primi in seguito ad una particolare ricerca dell’utente.

In altre parole, se pagine autorevoli e pertinenti al business presentano link di collegamento verso una tua pagina web, ecco che questa avrà più valore per Google rispetto ad una pagina che tratta gli stessi argomenti ma non ha nessun back link.

PIÙ TRAFFICO AL SITO

Le attività di Digital PR portano traffico verso il tuo sito in 2 modi.

Il primo è il traffico che arriva grazie alla call to action lanciata da un influencer o al link diretto al nostro sito che arriva dalla pagina di un website partner.

Il secondo modo si collega strettamente alla questione dei Back link che abbiamo analizzato nel punto precedente. Back link di qualità significano migliore posizionamento sui motori di ricerca il che, a sua volta, significa che quando un potenziale cliente cercherà una parola-chiave relativa al tuo business apparirà il tuo sito tra i risultati di ricerca, aumentando notevolmente le possibilità di essere visitato.

PIÙ VENDITE

Migliore reputazione, maggiore fiducia da parte dei potenziali clienti, più traffico sul sito web non possono far altro che portare anche ad un aumento delle vendite. Le digital PR dunque si inseriscono perfettamente in un Funnel marketing ben studiato che dall’awareness conduce alla conversione finale.

Come fare Digital PR

Come qualsiasi altra attività di marketing anche quella relativa alle Digital PR deve seguire una strategia in linea con gli obiettivi del brand.

Il primo step dunque è proprio quello della definizione degli obiettivi. Cosa si vuole ottenere attraverso le Digital PR? Più vendite? Un migliore posizionamento? Nuovi investimenti?

Solo sapendo esattamente qual è il traguardo desiderato è possibile individuare il percorso migliore per raggiungerlo.

Una volta definito questo punto essenziale è necessario condurre uno studio approfondito del settore rispondendo a queste domande:

  • Cosa fanno i tuoi competitor sui media digitali?
  • Quali media sono più adatti al tuo settore e quali sono frequentati dal tuo target?
  • Esistono influencer in linea con i tuoi valori aziendali?


Smarcati questi punti è necessario iniziare ad affrontare gli aspetti più pratici della tua strategia:

  • Quali contenuti devi produrre? (Comunicati stampa, immagini, video, ecc)
  • Qual è il tuo budget?
  • Ci sono tempistiche e scadenze da rispettare?


Quando avrai finito di rispondere a tutte queste domande non dovrai far altro che metterti all’opera.

Questo significa che dovrai trovare un’angolazione interessante da cui raccontare il tuo progetto o il tuo brand, in modo da renderlo mediaticamente interessante. Dovrai trovare il modo migliore per contattare giornalisti, blogger e influencer, catturare la loro attenzione e coinvolgerli nel tuo progetto.

Una volta partite le varie collaborazioni inizia la fase di monitoraggio. Questo significa che dovrai fare follow up con giornalisti e influencer per assicurarti che abbiano tutti i materiali necessari per produrre i contenuti stabiliti e che questi vengano pubblicati nei tempi concordati.

Buona pratica è richiedere frequentemente a ciascun media dei dati per aiutarti a capire se ti stai avvicinando ai tuoi obiettivi o se è il caso di correggere subito il tiro.

Alla fine delle campagne poi, stila dei report e analizza i risultati raggiunti per avere una panoramica delle tipologie di contenuto e dei canali che funzionano meglio nel tuo business e di quali sono le best practice da seguire o gli errori da evitare nelle prossime camapagne.

Se sei arrivato fin qui avrai probabilmente intuito che le attività di Digital PR richiedono una serie di competenze trasversali di marketing e comunicazione, oltre che la conoscenza approfondita del settore in cui si opera.

Se sei interessato a sapere di più su questa strategia di marketing e su come potrebbe aiutarti a migliorare il tuo business scrivici a info@wearefunnel.com e richiedi una consulenza.

Articoli correlati