Perché il Content Marketing nel 2021 è fondamentale per la tua azienda

Content Marketing: perché è fondamentale - We Are Funnel

TEMPO DI LETTURA: 5 minuti

INDICE

Nel nostro ultimo articolo (che puoi leggere qui) abbiamo spiegato cosa si intende per Content Marketing; nell’articolo di oggi invece, vogliamo darti una panoramica di quelle che saranno le tendenze di Content Marketing nel 2021 secondo i più importanti blog di marketing al mondo.

Per darti la giusta ispirazione, alla fine dell’articolo, potrai scaricare un elenco super completo con esempi di aziende che stanno facendo un ottimo lavoro di Content Marketing.

Video al centro del marketing nel 2021

Secondo Backlinko il numero delle aziende che utilizzano il formato video nelle loro strategie di marketing è cresciuto del 38% dal 2017.

I professionisti del marketing si affidano sempre di più ai video perché sempre più persone li guardano: il 72% dei consumatori dichiara di preferire i video rispetto ai testi scritti. Infatti i video social generano il 1200% di condivisioni in più rispetto a testo e immagini combinati.

Le tre tipologie di video più efficaci secondo Curata sono le testimonianze dei clienti, i tutorial e le dimostrazioni, ossia quei contenuti che danno agli utenti informazioni di valore in grado di aiutarli a risolvere i loro problemi o ad ottenere un beneficio di cui hanno bisogno.

Questo dato evidenzia come la pubblicità tradizionale intrusiva e volta strettamente a vendere il prodotto non sia più quello che si aspettano i consumatori.

Inoltre il 2020, a causa della pandemia, ha portato alla ribalta i video in streaming. Tutti noi abbiamo assistito a webinar, dirette su Facebook o Instagram o ad eventi formativi totalmente online. Il 2021 sembra essere partito con lo stesso trend, con la differenza che l’ascesa di Twitch ci dice molto sulla qualità e la professionalità che gli utenti cominciano ad aspettarsi dai contenuti in streaming.

Per chi non lo sapesse, Twitch è una piattaforma di live streaming nata nel 2011 (e adesso di proprietà di Amazon), dedicata principalmente ai gamer e agli amanti dei videogiochi. Soprattutto nell’ultimo anno, però, la piattaforma ha cominciato ad essere utilizzata da influencer, informatori e intrattenitori appartenenti a moltissimi ambiti. Ad esempio potreste ritrovarvi ad assistere alle dirette di Fedez o di Ilovestorytelling  o (più recentemente) anche di Camiehawke e Aimone.

Citando un articolo di Avantgard, ciò che è certo quando si parla di Twitch è che:

“La sua ascesa oggi costringe aziende, agenzie e liberi professionisti a ripensare alla modalità dello stream.
Facebook e LinkedIn sono social frequentati per lo più dalla Generazione X e da Millennials, cioè dai nati fra il 1965 e il 1995, che perdonano una qualità dello stream non eccelsa ripetendosi “Abbiamo sempre fatto così”; YouTube viene utilizzato perlopiù per l’upload di video. Al contrario, Twitch segna una svolta in tal senso. La Generazione Z (espressione con cui si indicano i nati dal 1996 al 2010) è molto demanding da questo punto di vista: prima di andare in diretta si assicurano di avere un ottimo microfono, una videocamera di qualità, una stanza insonorizzata; insomma uno spazio che assomiglia molto a uno studio televisivo o radiofonico.”

Il ritorno dell'E-mail Marketing

Nel 2021 si parla anche di un ritorno dell’email marketing. A dire il vero per noi l’email marketing non ha mai smesso di essere una leva fondamentale nelle nostre strategie di comunicazione.

Questo strumento di direct marketing ad oggi è quello in grado di fornire i migliori risultati in termini di ROI (e i suoi risultati sono anche facilmente tracciabili).

Nel 2021 però l’importanza dell’email marketing è più orientato verso il formato Newsletter che su quello promozionale.

La newsletter infatti è un modo ottimo per tenere aggiornato il target sulle proprie attività, per dare informazioni utili e continuare lo storytelling attorno al proprio brand in maniera più personale e “intima”.

Articoli blog

Scrivere con costanza articoli nella sezione blog del proprio sito può portare diversi vantaggi in termini di posizionamento SEO e di reach.

Soprattutto, però, gli articoli consentono di soddisfare il requisito indispensabile per qualsiasi strategia di Content Marketing: dare contenuti di valore. Scrivere un blog infatti ti permette di affrontare argomenti interessanti per i tuoi utenti o di fornire loro informazioni di cui hanno bisogno.

Il team di Brian Dean in una recente ricerca su oltre 500 aziende B2B ha rilevato che il 72% di esse ha un blog. Inoltre le compagnie che scrivono articoli informativi ed educativi ricevono addirittura il 52% di traffico organico in più rispetto a quelle che si limitano a pubblicare notizie riguardanti se stesse o i loro prodotti.

Un altro dato interessante è che gli articoli più lunghi performano meglio.

Ma cosa significa esattamente?

Sempre secondo la ricerca di Brian Dean gli articoli con le migliori prestazioni in termini di traffico organico, condivisione sui social e back link sono quelli che contengono tra le 780 e le 1550 parole.

Podcast

Anche se in Italia siamo ancora lontani dai numeri di altri Pesi come gli Stati Uniti (in cui i podcast sono amati e seguitissimi), l’ascolto di podcast è duplicato nel 2020 rispetto all’anno precedente e la loro popolarità non sembra subire battute di arresto.

Il podcast infatti permette a professionisti e aziende di creare una relazione intima, autentica e profonda con i consumatori, che diventano in questo caso anche ascoltatori.

Secondo Francesco Tassi, CEO di VOIS, il 2021 vedrà imporsi sempre di più una tendenza che già comincia a palesarsi: i podcast più ascoltati saranno sempre più quelli nativi (nati per essere podcast), con contenuti originali e di qualità. 

Il Content Marketing è la risposta alle nuove esigenze di pubblico e consumatori e tutte le aziende devono implementarlo partendo da uno studio approfondito del proprio target e dei suoi bisogni per puntare su formati e canali giusti.  Ma quali sono aziende e professionisti che hanno già avviato una strategia di Content Marketing efficace e di successo?

Articoli correlati